KitchenAid Mini

In questa recensione parleremo dell’ultimo arrivato in casa KitchenAid: il KitchenAid Mini, impastatrice planetaria che riprende sia il design che le prestazioni del modello Artisan, ma in dimensioni più ridotte. Pratico e versatile, questo robot da cucina si propone come versione compatta del KitchenAid classico venendo così incontro alle esigenze di coppie e single e di chi ha poco spazio a disposizione, ma non vuole rinunciare alle elevate prestazione e allo splendido design KitchenAid. Come il modello Artisan e il Professional, anche il KitchenAid Mini è in solido metallo pressofuso verniciato in  6 splendidi colori e vanta un potente motore a presa diretta situato nel braccio mobile del robot. Gli accessori quindi si collegano direttamente al motore evitando perdite di potenza e consentendo al KitchenAid Mini di svolgere tutte le operazioni tipiche di una impastatrice planetaria in modo efficiente pur consumando solo 250 W. La ciotola in acciaio inox ha una capienza di 3,3 l ed è l’ideale per la lavorazione anche di piccole quantità di prodotto facendo di questo robot KitchenAid la scelta ideale per chi cucina per 2 o 4 persone. Grazie al movimento planetario questo robot impasta, monta e mescola gli ingredienti alla perfezione ed è dotato di una seconda presa motore frontale per gli accessori aggiuntivi. Con 10 velocità di lavorazione ed un meraviglioso design  vintage il KitchenAid Mini include 3 accessori per impastare: frusta a fili, frusta a foglia e gancio impastatore. Pratico e compatto, come tutti i prodotti  KitchenAid anche il robot Mini appartiene ad una fascia di prezzo elevata ed il prezzo è pari se non superiore al modello Artisan. 

Valutazione I Migliori On-Line

kitchenaid-mini
kitchenaid-mini

Eccellenza e Design KitchenAid in Versione Compatta

kitchenaid-mini_3
kitchenaid-mini_3

Un robot con dimensioni e capacità ridotta era già presente in casa KitchenAid, ma veniva spesso poco considerato,  il celebre marchio americano lo rilancia ora con diverse migliorie e in una vasta gamma di colori proponendolo come vera e propria alternativa al suo modello di punta il KitchenAid Artisan. Il Mini riprende dunque tutte le qualità che hanno fatto del’Artisan il robot da cucina più amato e desiderato al mondo e le ripropone in versione ridotta per venire incontro alle esigenze contemporanee sia in fatto di spazio che di quantitativi di cibo da lavorare. Grazie infatti ad una ciotola da 3,3l il KitchenAid Mini rappresenta la scelta ideale per chi deve cucinare piccoli quantitativi, perfetto dunque per single o coppie che pur non cucinando molto non vogliono rinunciare all‘eccellenza offerta da KitchenAid.

Eccellenza è appunto la parola chiave anche per il KitchenAid Mini che, nonostante le dimensioni ridotte, non è certo da meno rispetto ai 2 modelli più grandi (Artisan e Professional). La qualità sia costruttiva che di prestazioni è infatti la stessa di sempre a partire dal design che ricalca in tutto e per tutto quello celebre del modello classico con una struttura snella ed elegante caratterizzata da linee curve di sapore retrò. Disponibile in 6 diverse colorazioni, questo robot planetaria è costituito da un solido corpo in metallo pressofuso resistente e stabile sul piano di lavoro grazie a ben 8 kg di peso e ai piedini gommati. Mentre nel braccio mobile è situato il motore a presa diretta che, nonostante i soli 250 W garantisce una potenza elevata che non ha nulla da invidiare a modelli con un consumo più di doppio.  Anche il KitchenAid Mini è dotato di 2 attacchi per il motore uno per il movimento planetario e l’altro per attaccare gli accessori aggiuntivi.

KitchenAid Artisan e KitchenAid Mini: Quali Sono le Differenze?

kitchenaid-mini_4
kitchenaid-mini_4

Esteticamente identici i 2 modelli KitchenAid si differenziano principalmente per le dimensioni che nel caso del KitchenAid Mini sono più ridotte, seguono poi una serie di piccole differenze che riguardano soprattutto la quantità di prodotto che può essere lavorata dalla macchina e il motore. Entrambi vantano invece di un’efficiente movimento planetario che, combinando 3 diversi movimenti, consente di impastare e montare al meglio gli ingredienti incorporando la giusta quantità d’aria a seconda della frusta utilizzata. Anche il KitchenAid Mini è inoltre dotato di 2 attacchi motore e 3 accessori per impastare mentre manca il coperchio paraspruzzi. Andiamo ora a vedere le caratteristiche e le differenze principali tra KitchenAid Artisan e KitchenAid Mini.

  • Dimensioni e Peso: il KitchenAid Mini è circa 5 cm più piccolo rispetto all’Artisan e misura 31 A x 20 L x 31 P contro i 36 A x 24 L x 37 P cm del modello maggiore, lo scarto non è dunque tantissimo, ma a colpo d’occhio la differenza si nota eccome e potrebbe essere fondamentale per chi ha a disposizione davvero poco spazio. Tenete presente però che anche il modello più grande ha comunque una larghezza molto contenuta e nettamente inferiore rispetto ad altri robot da cucina con le stesse funzioni come ad esempio i modelli Kenwood. Anche il peso è diverso e il Mini con i suoi 8,3 kg pesa circa 2 kg in meno rispetto all’Artisan (10,4 kg). 8 kg sono comunque più che sufficienti a garantire un’ottima stabilità sul piano di lavoro.
  • Capacità e quantità di ingredienti: la differenza fondamentale tra i 2 è proprio la capacità della ciotola che nel caso del Mini è di 3,3 l, mentre quella del Artisan è di 4,8 l. La differenza qui si fa sentire,  infatti il modello da 3,3 l può lavorare una quantità ridotta di ingredienti ed è l’ideale per cucinare per 2, 4 persone, il modello classico invece grazie alla capacità più elevata risulta molto più versatile e consente di lavorare senza problemi sia piccole dosi che quantitativi  nettamente maggiori. In particolare il KitcheAid Mini può lavorare fino ad un massimo di 8 albumi d’uovo, 1,8 kg di impasto per torte, 2 kg di farina, mentre il KitchenAid Artisan consente di preparare fino a 12 albumi d’uovo, 2,7 kg di torta, 3,2 kg di farina e 2 kg di pane.
  • Motore e rotazioni al minuto: posto in testa in entrambi i modelli, il motore è a presa diretta ed ha una potenza di 250 W a corrente continua per il KitchenAid Mini e di 300W a corrente alternata con Direct Drive per l’Artisan. Entrambi con un elevata potenza in uscita e solidamente costruiti, garantiscono eccellenti prestazioni al robot in base al massimo quantitativo possibile da lavorare. Anche la differenza di giri al minuto è leggermente diversa: il mini ha un minimo di 40 ed un massimo di 200 rotazioni, mentre l’Artisan va da 58 a 220.

Per un confronto più dettagliato tra i 2 modelli vi consigliamo di consultare l‘apposita pagina sul sito ufficiale di KitchenAid. 

Robot da Cucina con Consumi Bassi e Prestazioni Elevate

Con un motore da soli 250W il KitchenAid Mini è uno il robot da cucina con i consumi più bassi presente sul mercato, ma grazie al sistema KitchenAid di motore a presa di retta consente di avere comunque una potenza in uscita elevata reggendo tranquillamente carichi di lavoro normalmente svolti da robot con motori da più del doppio di potenza. Tenete presente che anche gli altri modelli KitchenAid hanno consumi piuttosto contenuti, il KitchenAid Artisan ad esempio con solo 300W ha una resa uguale a impastatrici da 1000 W. Con il motore a presa diretta posto nel braccio del robot gli accessori si collegano direttamente senza dover ricorrere alle cinghie di trasmissione tipiche invece dei modelli con motore nel corpo base che fanno perdere potenza imponendo consumi più elevati.

Il KitchenAid Mini essendo più piccolo ha consumi ancora più contenuti e vanta un rapporto consumo/prestazioni davvero eccezionale e sicuramente tra i migliori in commercio. Grazie ai 3 accessori inclusi questa planetaria svolge senza problemi le stesse funzioni dell’Artisan solo su quantità più ridotte ed è regolabile in 10 diverse velocità di lavorazione. La frusta a filo ad esempio permette di montare alla perfezione panna montata o bianchi d’uovo per meringhe a regola d’arte, la frusta a foglia serve invece per impastare e mescolare torte e biscotti, mentre il gancio impastatore è studiato per gli impasti lievitati o la pasta all’uovo. A prescindere dal tipo di impasto è comunque opportuno non superare le dosi consigliate dal produttore per evitare di affaticare o danneggiare il motore. Un leggero movimento del braccio è invece normale soprattutto quando si lavorano impasti duri.

kitchenaid-mini_2
kitchenaid-mini_2

Conclusioni 

Dopo averne analizzato attentamente tutte le caratteristiche possiamo dire che, secondo la nostra opinione, il KitchenAid Mini è un ottimo robot da cucina con movimento planetario indicato soprattutto per chi ha poco spazio a disposizione o per chi cucina piccole quantità, perfetto dunque per single e coppie. Lo splendido design è quello classico di KitchenAid e risulta di fatto identico a quello del celebre KitchenAid Artisan, anche la qualità non ha nulla da invidiare a quella dei 2 fratelli maggiori. KitchenAid infatti non si smentisce e propone un robot di piccole dimensioni ma di alta qualità sia costruttiva che di prestazioni. Il corpo macchina infatti è in solido metallo pressofuso e con un peso di 8 kg è sicuro e stabile sul piano di lavoro, la ciotola da 3,3 l è in acciaio inox ma non ha la maniglia, mentre i 3 accessori sono in metallo rivestito.

Il vero punto di forza di questo modello però è l’ottimo rapporto tra consumi e prestazioni che fa classificare il KitchenAid Mini miglior robot da cucina per il risparmio energetico. Il motore consuma infatti solamente 250 W, ma essendo a presa diretta ha una potenza in uscita eccellente che consente all’impastatrice di lavorare ogni impasto al meglio. Con movimento planetario e 10 livelli di velocità il KitchenAid Mini è sicuramente un robot di qualità che non ha nulla da invidiare al modello Artisan. Il prezzo però è davvero molto elevato, il Mini infatti costa uguale se non più del KitchenAid Artisan e, pur offrendo prestazioni ottime, a causa della minor capacità risulta un po’ meno versatile. A causa del prezzo elevato, secondo la nostra opinione, si perde la convenienza di acquistare un modello più piccolo che oltre ad una capienza inferiore risulta anche leggermente meno potente. Tenete presente che il KitchenAid Mini è più piccolo dell’Artisan di soli cm e in altezza, ma quest’ultimo ha una capacità nettamente superiore  con una ciotola da 4,8 l anziché i 3,3 l del Mini. Il KitchenAid Mini è dunque una buona scelta per coloro che, senza badare al prezzo, vogliono un robot compatto e dallo splendido design per cucinare quantità contenute, mentre lo sconsigliamo a chi, indeciso tra i 2 modelli, è alla ricerca del rapporto qualità prezzo migliore. 

Vantaggi:

  • Solido e completamente in metallo
  • Splendido design e colori  accattivanti
  • Eccellente rapporto consumi / prestazioni
  • Dimensioni contenute
  • Adatto anche per piccole quantità

Svantaggi:

  • Prezzo elevato

Bottone Acquisto

Caratteristiche tecniche e Accessori

  • Potenza 250 W
  • Tipo di motore Corrente continua
  • Potenza motore (potenza motore in uscita) 0.22 HP
  • Voltaggio (V) 200 – 240
  • Frequenza (Hz) 50/60 Hz
  • Massima velocità di rotazione 200
  • Minima velocità di rotazione 40
  • Capacità ciotola 3,3L
  • Altezza prodotto 31,2 cm
  • Larghezza prodotto 19,8 cm
  • Profondità prodotto 31,2 cm
  • Peso netto (kg) 8,3
  • Max consigliato di farina 680 g (2-4 persone)
  • Albume uovo: 8 albume uovo
  • Torta 1,8 kg
  • Pasta sfoglia : grammi di farina 2 kg
  • Biscotti (standard 5,1 cm)

Colori disponibili:

Questo modello e’ presente in 6 diversi colori, scegli il tuo preferito!

kitchenmaid-mini rosso kitchenaid-mini-grigio kitchenaid-mini-rosa
kitchenaid-mini-verde kitchenaid-mini-nero kitchenaid-mini-blu