La Manutenzione del tuo Robot

1471165-pulizia-stracci-e-spugnePrima di darvi dei consigli sulla manutenzione ottimale del vostro robot da cucina, teniamo a precisare che lo scopo di questa guida non è quello di fornire informazione su come agire in caso di malfunzionamento o guasti di varia natura del vostro robot.

Pertanto, per quanto riguarda questo tipo di problemi o per informazioni sulla garanzia del prodotto, sarà meglio consultare attentamente il libretto d’istruzioni o rivolgersi al supporto tecnico fornito dall’azienda produttrice.

Della vasta famiglia dei robot da cucina fanno parte svariati tipi di piccoli elettrodomestici ognuno con le proprie caratteristiche e le proprie necessità di manutenzione, il nostro consiglio è quindi di leggere sempre attentamente il libretto e far fede a quello, mentre in questa guida cercheremo di darvi utili consigli generali per mantenere al meglio il vostro robot da cucina.

Come pulire il corpo macchina

I robot da cucina possono essere divisi in due macro gruppi: le impastatrici planetarie e i food processor.
In entrambi i casi i robot sono composti da un corpo macchina dove è posizionato il motore e da una serie di accessori rimovibili che possono essere di vari materiali a seconda del modello e della categoria di prezzo.

Il corpo macchina, solitamente in plastica o metallo pressofuso ( spazzolato o laccato), è facilissimo da pulire basterà passarlo con una spugnetta morbida, bagnata e leggermente insaponata, e poi asciugarlo per bene con un canottaggio. Non andrà mai e in nessun caso immerso nell’acqua perché il motore bagnandosi verrà danneggiato in modo irreparabile. Questo vale per tutti i robot da cucina che siano Kenwood, KitchenAid, Bosch o Moulinex non fa alcuna differenza.
Per quanto riguarda la manutenzione, è possibile che alcuni modelli abbiano bisogno di essere “oliati” nelle parti degli attacchi del motore ( il KitchenAid Artisan ad esempio). In questo caso seguire le istruzioni riportate sul libretto e contattare il produttore per avere ulteriori chiarimenti su come procedere e sui prodotti da usare.

Come pulire gli accessori

artisan 2Per quanto riguarda gli accessori ( ciotole, boccali frullatore, lame, fruste, etc…) è importante procedere al lavaggio a seconda del materiale di cui sono costituiti.
Vetro e acciaio inox potranno essere lavati senza problemi in lavastoviglie, mentre per quanto riguarda la plastica è meglio fare più attenzione.
Anche la plastica dura, con il tempo e le alte temperature della lavastoviglie, potrebbe rovinarsi e perdere lucentezza diventando opaca e scolorita, il nostro consiglio è quindi quello di lavarli preferibilmente a mano e di limitare l’uso della lavastoviglie solo ai casi più ostici,  per togliere l’odore di aglio e cipolla ad esempio o per l’unto persistente.
Anche le lame per tritare è consigliabile lavarle a mano in modo da preservarne l’affilatura.
Ultima nota, le fruste e i ganci per impastare delle planetarie: se sono in acciaio inox potete lavarle tranquillamente in lavastoviglie, come anche quelle in metallo rivestito che però consigliamo comunque di lavare a mano per evitare danni al rivestimento, se invece sono in alluminio andranno lavate solo a mano perché questo metallo si annerisce in lavastoviglie.